La Pasticceria di via Pedrocchi si racconta: Intervista con Marco, Bruna & Stefano

Marco, Bruna e Stefano


E’ un piacere essere qua con voi! Tutti vi conoscono come il team della Pasticceria di Via Pedrocchi. Ma chi siete nella quotidianità? Come vi descrivereste in due parole?

Marco: Divertente e burlone! Ho una battuta per ogni occasione, ma quando c’è da tirarsi su le maniche sono in prima linea.

Bruna:  Vulnerabile ma determinata. Quando decido che una cosa deve essere fatta, faccio di tutto perché riesca al meglio, investo tutte le mie energie e non mi risparmio nulla. Se questa è una delle mie forze, una delle mie debolezze è che… non so improvvisare!!!

Stefano: Io sono un venditore! Amo parlare e stare con la gente. Quando non sono in pasticceria sono a giocare a hockey su ghiaccio con i miei compagni di squadra dei Fanano Miners!

Image may contain: 20 people, people smiling
La squadra di Hockey H.C. Fanano Miners

La Pasticceria di Via Pedrocchi è un marchio storico a Fanano. Da quanto siete titolari? Cosa ci raccontate della Pasticceria di “una volta”?

Bruna: Siamo titolari da 16 anni e mezzo. Una volta, la pasticceria era una latteria con alimentari e torte tradizionali tipicamente fatte in casa, insomma quelle della nonna con tanto sapore e aria di famiglia.

Cosa è cambiato dalla gestione precedente? 

Marco: Come dicevo, la gestione precedente era principalmente una latteria. In negozio si potevano trovare formaggi, latte e derivati oltre a prodotti di pasticceria. La pasticceria di allora era basata su torte tradizionali, quelle tipiche del sabato e della domenica fatte in casa.  Questo è il punto di differenziazione che ha determinato il passaggio dalla “vecchia gestione” alla “nuova gestione”: noi ci siamo concentrati più sulla pasticceria e, togliendo gli alimentari, abbiamo inserito vari articoli da regalo come marmellate, mieli, cioccolateria selezionata, prodotti tipici del sottobosco e vini di selezione.

Bruna: Rispetto alla gestione precedente abbiamo dato molto più spazio alla pasticceria. Abbiamo mantenuto tutte le antiche e gustose ricette della nonna, e sicuramente è rimasto anche l’approccio e il metodo di lavorazione. Tuttavia, abbiamo aggiunto tantissime altre golosità alla nostra selezione: dagli amaretti ai cantucci e “scarpaccioli”, pasticceria e biscotteria mignon, torte per ricorrenze interamente personalizzate, curando minuziosamente sia la qualità che la presentazione. Come si dice, anche l’occhio vuole la sua parte: quindi, buone da mangiare e belle da vedere!!!

Stefano: Abbiamo rinnovato e attrezzato sia il laboratorio che il punto vendita, migliorando l’illuminazione per una migliore visibilità. I banchi di esposizione sono stati sostituiti molto recentemente, per garantire la qualità dei nostri prodotti con le tecnologie più moderne.

Sugli scaffali, dove prima venivano esposti gli alimentari, ora si possono trovare i prodotti tipici locali, in particolare quelli del nostro sottobosco, a base principlamente di mirtilli, lamponi, fragole, raccolti e lavorati in zona. Nella selezione si trovano pertanto marmellate, mieli, sciroppati, liquori e bibite.  Abbiamo anche riservato uno spazio all’aceto balsamico di Modena, a confezioni regalo di cioccolatini e vini di qualità da gustare con i nostri dolci.

Molti nostri clienti acquistano i nostri dolci e i nostri prodotti da regalare ad amici e parenti. Così, col tempo, abbiamo sviluppato (specialmente Bruna!!!) una certa manualità nel creare bellissime confezioni e pacchetti regalo ornate di nastri e decorazioni. 

Abbiamo notato che molti clienti, alla fine della loro vacanza in montagna, si fermano da noi per portare con sé un po’ dei nostri sapori e regali ad amici e parenti.  

Via Pedrocchi, Giugno 2020
Il nostro negozio in via Pedrocchi
Le nostre confezioni regalo…per ogni occasione!

Tanti turisti si fermano da voi! Da dove vengono i vostri clienti principalmente? Qualche aneddoto di qualche cliente che proviene particolarmente da lontano? Qual è il luogo più lontano che i dolci della Pasticceria di via Pedrocchi hanno raggiunto?

Stefano: Abbiamo alcuni clienti internazionali che spesso comprano da noi: Francesi, olandesi, inglesi. I nostri prodotti arrivano in Germania e Inghilterra. Una volta sono venuti clienti anche dagli Stati Uniti!

Landshut, Germania

Wow, possiamo allora davvero definire la pasticceria internazionale! Personaggi famosi che sono passati dalla Pasticceria di Via Pedrocchi?

Stefano: Una volta Kimi Raikkonen. E’ venuto a giocare a hockey a Fanano con la nostra squadra dei Fanano Miners e gli abbiamo dedicato una torta a forma di pista da hockey! Una bellissima esperienza!

Torta speciale a tema hockey per Kimi Räikkönen!

Ormai siete dei veri esperti pasticceri, amati in tutto Fanano e i vostri dolci sono apprezzati in ogni angolo dell’Appennino. Quali definireste i più grandi successi della Pasticceria di via Pedrocchi?

Marco: A sentire il parere dei nostri clienti, la Pasticceria di Via Pedrocchi non sarebbe tale se non offrisse il seguente menù: a colazione bisogna assolutamente assaggiare i nostri krapfen (o bomboloni), preparati la mattina presto, e le nostre maxi brioches farcite a piacimento tra 6 creme diverse, e perché no, una bella fetta del semplice ciambellone bagnato nel latte.
A fine pranzo, i nostri piccoli e deliziosi pasticcini  assortiti di cui non si è mai sazi, a merenda zuccherini o una fetta delle nostre torte. 
E la sera, davanti alla tv, un buon bicchiere di vino dove bagnare i nostri cantucci.

Il lavoro del pasticcere è senza dubbio faticoso e richiede grandi sacrifici. Cosa vi piace in particolare della vostra attività?

Bruna: Si, il lavoro del pasticcere è molto faticoso, sia a livello fisico che organizzativo. In certi periodi dell’anno gli orari sono impossibili, e mettono a dura prova. Cosa ci sostiene in questi momenti? Cosa ci piace della nostra attività? 

Il sorriso e la simpatia dei nostri clienti, che con una frase ci dimostrano di comprendere e apprezzare il nostro lavoro. Questo ci da’ la carica!! Questo ci piace!! 

L’estate 2020 è stata senza dubbio anomala. Facciamo un passo indietro, a Marzo. Come ha impattato il Covid-19 la vostra attività? Quali sfide e opportunità avete incontrato?

Gel igienizzante
Distanziamento sociale e misure anti covid-19

Bruna: Il Covid-19 proprio non ci voleva. Ci ha causato un notevole danno economico: Siamo rimasti chiusi e siamo stati messi in grande difficoltà con prodotti finiti e partite di materie prime già acquistate. Niente incasso ma solo spese. Ma soprattutto ci ha causato tanta ansia, tanta incertezza, tanti dubbi sul riuscire a ripartire e andare avanti. Poi con tanta apprensione ma anche tanta voglia di fare, con tante mascherine, tanti igienizzanti, tante regole da rispettare e far rispettare siamo ripartiti.

Stefano: Non dico che sia stato facile, è stata una bella sfida, ma anche una grossa soddisfazione. Abbiamo sviluppato il nostro sito web e i nostri canali online, in modo da offrire ai nostri clienti la possibilità di ammirare la nostra vetrina anche da lontano, dato che durante il lockdown la nostra vetrina non poteva vederla nessuno. Così ci siamo organizzati, abbiamo esplorato gli strumenti a nostra disposizione, e con le prenotazioni entranti dal sito, uno in laboratorio, uno a battere i conti e uno a consegnare a casa, abbiamo superato anche questa sfida! 

Il nostro sito web
I nostri nuovi moduli di prenotazioni simpatici e divertenti

Come è andata, in conclusione, l’estate 2020?

Marco: L’estate è andata bene, è stato un modo diverso di lavorare. Le restrizioni e le precauzioni sono necessarie, ma sfidanti, soprattutto all’inizio. Ma devo comunque dire che sia nostri clienti che i nostri collaboratori, tutti hanno contribuito con tanta disponibilità e pazienza e insieme ce l’abbiamo fatta!

Progetti futuri?

Bruna: Adesso stiamo valutando l’evolversi della situazione, il che rende il tutto molto volatile, e pianificare anche solo nel medio termine non è così scontato. Certo la nostra intenzione è sempre quella di migliorarci, rinnovarci e non stare fermi, naturalmente covid permettendo.

Stefano: Sicuramente manterremo questa linea, lavoreremo al nostro sito e ai nostri canali social per offrire un’esperienza online sempre migliore. Al momento ci stiamo concentrando su concorsi, contest, e attività da fare prevalentemente online.

Quale dolce consigliereste a chi non è mai stato nella vostra pasticceria?

Marco: Senza dubbio la nostra torta di mele!!!

La torta di mele

La torta di mele la trovate nella sezione torte tradizionali.

Bruna: Per me gli scapaccioni, i biscotti ripieni di marmellate!

Scarpaccioli all’amarena

Gli scapaccioni fanno parte della nostra biscotteria.

Stefano: Brioches e bomboloni, perché li faccio io ?

Vassoio di bomboloni

Date un’occhiata alle nostre paste.



Grazie per aver visitato il nostro sito!

Ci trovi anche su:

2 pensieri riguardo “La Pasticceria di via Pedrocchi si racconta: Intervista con Marco, Bruna & Stefano

  1. Bravi! Bravi! Bravi! So che sono “di parte” ma assolutamente BRAVI. Avete saputo conciliare il vecchio e il nuovo. Avete mantenuto le vecchie tradizioni montanare aggiungendo le nuove golosità che, oltre ad essere buone, sono anche “bellissime e molto particolari” grazie ad un grande impegno e savoir-faire. Spero tanto nella continuità di te Stefano che sei giovane e volenteroso (La Bruna ma soprattutto Marco iniziano ad essere un po’ “datati ” ???. Ancora complimenti e un grande augurio di buon lavoro perché sicuramente “ANDRÀ TUTTO BENE” ????

  2. Bellissime le vecchie foto della latteria pasticceria Ribelli: tanti ricordi!
    Voi molto bravi! Adoro la vostra torta di mele,i cannoncini che sono speciali come i bomboloni e gli scarpaccioli di amarene! E poi è anche un piacere fare due chiacchiere con voi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.